IL CESTINO DEI TESORI Un gioco per i più piccini

17. 03. 30
posted by: Super User
Visite: 274

IL CESTINO DEI TESORI

Un gioco per i più piccini

I bambini sono sempre incuriositi dagli oggetti che le mamme hanno in mano, lo sono per il loro suono , colore e forma come ad esempio: le chiavi, le collane, i mestoli, le sciarpe. A loro incuriosisce anche quello che vedono e sentono intorno, le foglie sugli alberi,le pigne ,le castagne. Il Cestino dei Tesori è un gioco che io trovo molto educativo che raccoglie tutti questi oggetti in un cestino dove i nostri bambini  possono esplorarli immagazzinando informazioni utili per la loro crescita.

Spiegazione

Il  Cestino dei Tesori  è un gioco che viene proposto ai bambini che possono stare seduti ma che non sanno ancora camminare,questi bambini hanno bisogno di una grande varietà di oggetti per impegnare il loro interesse e stimolare lo sviluppo dei sensi e la consapevolezza di quello  che stanno facendo .Il ruolo dell’adulto è di dare sicurezza attraverso la sua presenza attenta ma non invadente,perché il bambino possa fare una reale esperienza occorre che gli oggetti non siano casuali. Devono essere maneggevoli, non troppo grandi né troppo piccoli e non pericolosi (inghiottibili , taglienti, ecc.); di materiale diverso ( legno,metallo,stoffa, paglia,piuma,carta ecc.), tale cioè da offrire esperienze tattili e visive molto variate ( pensate al ruvido,liscio, morbido,rigido, pieghevole e alla varietà delle forme). La forma degli oggetti deve suggerire usi diversi: rotolare, strisciare,entrare l’uno dentro l’altro, ecc. ( per esempio una catenella può essere messa in una scatola di legno e produrre rumore, entrare ed uscire dal tubo; una scatola può essere aperta, avere un buco per guardarci dentro e così via). Una lista indicativa  di oggetti perciò potrebbe comprendere : oggetti che si trovano in natura ( foglie,pigne,conchiglie, zucche essiccate), manufatti di materiali naturali (palle di lana, piccoli cestini di vimini, oggetti di raffia), oggetti in legno(cubi, cilindri,palline, bobine, grandi anelli ),oggetti metallici (cucchiai di varia misura, un colino,formine da dolci, campanelli), oggetti di gomma, tela, pelliccia, pelle, carta( oleata da accartocciare,stagnola). Gli oggetti del cestino dei tesori devono essere rinnovati, da poter produrre esperienze nuove sollecitando la curiosità del bambino. Inoltre il cestino va proposto ai bambini in momenti opportuni, e non lasciato giacere nella camera come una cosa abbandonata destinata a perdere presto di interesse. Il bambino deve essere posto comodamente vicino al cestino, seduto su un tappeto con uno spazio sufficiente per muoversi e deve essere garantito dell’adulto che sosterrà la sua attività con lo sguardo e la voce, creandogli momenti di rilassamento o avvicinando gli oggetti che gli sono sfuggiti troppo lontano, senza sostituirsi a lui ma creando piuttosto le condizioni pratiche ed emotive perché essa si attui.

Fonte spiegazione: La bottega della fantasia n2Marzo 1979.

Maria.

 

 

 

 

We use cookies to improve our website and your experience when using it. Cookies used for the essential operation of this site have already been set. To find out more about the cookies we use and how to delete them, see our privacy policy.

  I accept cookies from this site.
EU Cookie Directive Module Information